aforismi



Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni
(Eleanor Roosevelt)


Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia
(Arthur Charles Clarke)


Non penso mai al futuro. Arriva così presto
(Albert Einstein)


I computer sono come gli dèi del Vecchio Testamento: pieni di regole e nessuna pietà
(Joseph Campbell)


L'informatica non riguarda i computer piú di quanto l'astronomia riguardi i telescopi
(Edsger Dijkstra)


Non aspettare il momento opportuno: crealo!
(George Bernard Shaw)


Neanche il futuro è più quello di una volta
(Hermann Josef Abs)


Il futuro è come il paradiso − tutti lo esaltano ma nessuno ci vuole andare adesso
(James Baldwin)


Il conformismo è il carceriere della libertà e il nemico dello sviluppo
(John Fitzgerald Kennedy)


Il talento si sviluppa nel ritiro; il carattere si forma nel tumulto del mondo
(Johann Wolfgang Goethe)


Internet è il prodotto di una combinazione unica di strategia militare, di cooperazione scientifica e d'innovazione contestataria
(Manuel Castells)


La causa principale dei problemi sono le soluzioni
(Arthur Bloch)


L'acqua che tocchi de' fiumi è l'ultima di quella che andò e la prima di quella che viene. Così il tempo presente
(Leonardo da Vinci)


Se nessuno risponde al telefono, fa’ il numero più forte
(Lucy van Pelt)


Non aspettare il momento opportuno: crealo!
(George Bernard Shaw)


E' difficile trovare al mondo qualche cosa che un uomo non possa fabbricare leggermente peggio e vendere a più buon mercato.
Diventano preda legittima di quest’uomo coloro che considerano solo il prezzo.
(John Ruskin)


Il mondo é quel disastro che vedete non tanto per i guai combibati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lí a guardare.
(Albert Einstein)